HOW MUCH IS TOO MUCH?| AplusA gallery | Opening 28 settembre 2017 alle 18.00





















































 





locCulrura
HOW MUCH IS TOO MUCH?| AplusA gallery | Opening 28 settembre 2017 alle 18.00

 Da: Giovedì 28 Settembre 2017

a: Mercoledì 31 Gennaio 2018

 Dove: Venezia, Venezia

 Tipo di evento: ,


 E-mail: info@corsocuratori.com / info@aplusa.it

 Sito web: http://http://aplusa.it

Mappa evento

HOW MUCH IS TOO MUCH?| AplusA gallery | Opening 28 settembre 2017 alle 18.00

HOW MUCH IS TOO MUCH?
In un’epoca in cui l’accumulazione di beni diviene componente strutturale della nostra vita, sorge spontaneo chiedersi: How much is too much?

La mostra è il risultato delle ricerche svolte dalla School for Curatorial Studies of Venice durante il corso estivo 2017

Al quesito How much is too much? Hanno risposto gli artisti Amelia Crouch, Oliver Czarnetta, Sam Ekwurtzel, Daniel Faust, Benjamin Hirte, Paloma Munoz & Walter Martin, Rohwajeong, Giles Round, Vanessa Safavi, Aki Sasamoto e Hale Tenger.

Inaugurazione il 28 settembre 2017 alle ore 18.00

28 settembre 2017 – 31 gennaio 2018 | Galleria A plus A, Venezia

Nel libro ‘’Le città invisibili”, Italo Calvino già nel 1972 descrive la città di Leonia come un luogo dove “non solo tubi di dentifricio schiacciati, lampadine fulminate, giornali, contenitori, materiali d’imballaggio, ma anche scaldabagni, enciclopedie, pianoforti, servizi di porcellana: più che dalle cose che ogni giorno vengono fabbricate vendute comprate, l’opulenza di Leonia si misura dalle cose che ogni giorno vengono buttate via per far posto alle nuove. Tanto che ci si chiede se la vera passione di Leonia sia davvero come dicono il godere delle cose nuove e diverse, o non piuttosto l’espellere, l’allontanare da sé, il mondarsi d’una ricorrente impurità”.
Ancora oggi, a 45 anni dall’uscita del romanzo, come gli abitanti di Leonia siamo assuefatti da un continuo bombardamento di stimoli , dove un consumo costante di immagini, oggetti, esperienze diviene unico e necessario mezzo di affermazione. Paradossalmente, per affrontare questo eccesso, totale e spersonalizzante, l’uomo contemporaneo è costretto a organizzare e gerarchizzare, creando categorie all’interno di un proprio atlante immaginario. Un processo necessario per non essere travolti dal troppo che ci circonda e per tentare di costruire una nostra individualità, che rischia di essere travolta dall’eccedenza.
Monito ironico a questo tema, l’opera di Giles Round “You know the old story…I can’t tell you again”, apre il percorso espositivo negli spazi della galleria A plus A, dialogando con gli altri autori della mostra, come Benjamin Hirte. Il suo lavoro ci ricorda come il nostro pensiero e la nostra percezione siano influenzati da archetipi e comparti ben definiti, invitandoci invece a nuove e molteplici letture di ciò che ci circonda. Una sintesi che riscontriamo anche nella matrice negativa delle sculture di Sam Ekwurtzel in cui prodotti della nostra quotidianità, privati del loro brand, divengono nuovamente decodificabili, continuando però a sedurre per la familiarità della loro forma.
Ordini mentali che creiamo e distruggiamo in un infinito gioco di possibilità, come i protagonisti del video del duo sud-coreano Rohwajeong, che ci prepara all’eccesso visivo del piano successivo. Daniel Faust, Oliver Czarnetta, Paloma Munoz & Walter Martin, Hale Tenger e Amelia Crouch, in un allestimento volutamente caotico, costringono il visitatore a cercare un ordine, un sistema, a creare delle strutture. Esattamente come noi nella vita reale, quando questo bisogno ci induce a creare playlist, a conservare immagini nei social network, ad aggiornare Pinterest e a dividere generi, partiti, nazioni e religioni, per dare significato e ordine alla sovrabbondanza presente nella società.
Infine lo stesso processo viene messo in dubbio, in quanto sorge spontaneo domandarsi se la classificazione di pensieri, oggetti, immagini e ricordi altro non sia che una negazione degli stessi in strutture predefinite. Ma soprattutto viene da chiedersi quali sono i rischi che derivano da questo agire a schemi di cui la storia è stata frequentemente un testimone.
Confrontandosi con l’urgenza di queste domande, la mostra HOW MUCH IS TOO MUCH? invita i visitatori a inoltrarsi in un percorso coinvolgente per scoprire non solo il contenuto e la sostanza dei nostri archivi, ma anche a riflettere sul pericolo che questi processi possono comportare.

La mostra è stata realizzata grazie alla collaborazione delle aziende:
Valdobbiadene Superiore DOCG – Azienda Agricola Drusian Francesco
Rajapack – imballaggi e spedizioni
We Exhibit – allestimenti e organizzazione eventi espositivi.

Per informazioni contattare:
Giulia Artico – Ufficio Stampa
Cell: 3489335693
A plus A gallery
School for curatorial Studies Venice
San Marco 3073
Venezia 30124
info@corsocuratori.com
info@aplusa.it
Tel. 041 2770466

The School of Curatorial Studies Venice
La Scuola in Pratiche Curatoriali di Venezia è una scuola di nuova concezione attiva dal 2004 e nata come progetto formativo della Galleria A plus A, che ha come scopo la diffusione dei saperi nell’ambito delle arti visive e l’introduzione alle professioni relative all’arte contemporanea. L’offerta formativa prevede ogni anno due corsi principali, uno in italiano dalla durata di un anno scolastico e l’altro internazionale che si svolge nel corso dei mesi estivi. I corsi sono tenuti da docenti e professionisti del settore provenienti da varie parti del mondo e alla fine delle lezioni gli studenti si confrontano con il difficile compito di ideare, strutturare e realizzare un evento espositivo. Sul sito della scuola, www.corsocuratori.com è possibile vedere tutte le mostre organizzate fino ad oggi.

School for Curatorial Studies
A plus A gallery
San Marco 3073
Venezia 30124
Tel: 041 2770466
www.aplusa.it

Altri eventi a Venezia in questa data:

locMostre

Un grande Pablo Echaurren alla Scala del Bovolo di Venezia

Da: Martedì 09 Maggio 2017

a: Domenica 15 Ottobre 2017

Dove: Venezia, Venezia

Tipo di evento:

Du champ magnétique. Il luogo, la Scala del Bovolo, è parte integrante di questa mostra. Una mostra incentrata sulla rilettura dell’opera di Duchamp che, guarda caso, si svolge lungo una scala, ed è proprio una scala che ha reso celebre nel mondo (sin dalla partecipazione all’Armory Show nel 1913) Marcel Duchamp col suo “Nudo che ...
locMostre

A Venezia: Pirro Cuniberti. Sognatore di segni

Da: Giovedì 11 Maggio 2017

a: Sabato 30 Settembre 2017

Dove: Venezia, Venezia

Tipo di evento:

In concomitanza con la 57. Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia e a un anno dalla scomparsa, la mostra ideata e promossa dalla Galleria d’Arte Maggiore G.A.M. per gli spazi di Art Warehouse Zattere vuole rendere omaggio a Pirro Cuniberti, una delle grandi figure dell’arte italiana, imponente ma discreta, ...
locMostre

INTUITION

Da: Sabato 13 Maggio 2017

a: Lunedì 27 Novembre 2017

Dove: Venezia, Venezia

Tipo di evento:

  Intuizione, dal latino intueor, è una forma di conoscenza non spiegabile a parole   In concomitanza con la Biennale d’Arte di Venezia 2017, Intuition è la sesta mostra co-prodotta dalla Axel & May Vervoordt Foundation e la Fondazione Musei Civici di Venezia per Palazzo Fortuny. Una serie di esposizioni di grande ...
locMusica

FESTIVAL FIVE POINTS

Da: Sabato 02 Settembre 2017

a: Sabato 30 Settembre 2017

Dove: Verona, Venezia

Tipo di evento:

Varie location del centro storico – Verona.   Living Music in Verona. Il mese di settembre porta a Verona un fascino musicale particolare. Diverse location del centro storico si trasformano in auditorium per ospitare una rassegna musicale itinerante caratterizzata da una quarantina di concerti e eventi legati al mondo ...
locMostre

TESORI DEI MOGHUL E DEI MAHARAJA : La Collezione Al Thani

Da: Sabato 09 Settembre 2017

a: Mercoledì 03 Gennaio 2018

Dove: Venezia, Venezia

Tipo di evento:

Arriva a Venezia, per la prima volta in Italia, la prestigiosa e celebre mostra dedicata alle gemme e ai gioielli indiani, dal XVI al XX secolo, appartenenti alla Collezione Al Thani. Oltre 270 oggetti esposti a Palazzo Ducale ci raccontano cinquecento anni di storia dell’arte orafa legata, per origine o ispirazione, al subcontinente ...
  • Chi siamo

    Manifestazioni Venete è nata per promuovere la cultura della regione Veneto nelle sue più ampie accezioni, con particolare attenzione alle manifestazioni culturali, sportive quali ad esempio mostre, fiere, sagre, mercatini, marce podistiche e qualsiasi altro evento in grado di illustrare ai residenti e ai visitatori le tradizioni culturali venete.

    Inoltre se siete interessati a una permanenza nelle città del veneto visitando questo portale potete soggiornarvi nei migliori e convenienti Hotel del veneto. (qui invece trovate un archivio più ampio). Se state pensando di partecipare ad un evento, possiamo esservi d’aiuto nella ricerca della vostra sistemazione con tantissime offerte che potete valutare e vi faranno risparmiare, e potrete scegliere e prenotare il vostro hotel in qualsiasi provincia del Veneto vogliate andare facilmente consultando le descrizioni degli alloggi di tutte le province del veneto.

    Tutto questo verrà realizzato con l’ausilio delle moderne tecnologie, ad iniziare dall’apertura di questo sito Internet dedicato al pubblico che costituirà un importante punto di riferimento in quanto, grazie al costante aggiornamento dello stesso, si verrà a conoscenza delle singole manifestazioni che di volta in volta i vari enti locali, le associazioni culturali, sportive, di promozione sociale e le Pro Loco organizzeranno.

    Manifestazioni Venete si propone quindi di diventare un importante tramite fra le iniziative promosse dai suddetti enti ed il singolo cittadino.

    Partecipiamo a fiere, eventi e manifestazioni varie con un nostro stand e promuoviamo territorio e aziende.

  • Manifestazione Venete di Paolo Gallocchio - Via Dante 11/A 35035 Mestrino (PD) - P.Iva: 04755310283Codice - CF: GLLPLA65A14G224Y


7